How to: shatush capelli corti

Lo shatush è uno dei metodi di decolorazione più in voga, in grado di garantire uno sfumato intenso e brillante. Perfetto per ravvivare le tonalità piatte, è un vero e proprio trend sui capelli lunghi, capace però di valorizzare e arricchire anche i capelli corti.

Si sposa bene con le tonalità del biondo e del castano, perché schiarisce in modo naturale e senza appesantire. Il taglio non deve essere troppo corto e i capelli non troppo sottili e radi. Al contrario, è preferibile effettuare la schiaritura su una lunghezza tendente al medio o – se il taglio è corto e parzialmente rasato – sul ciuffo. È perfetto sui caschetti asimmetrici o sui wob, e viene messo particolarmente in risalto con un taglio scalato.
È consigliabile partire con la schiaritura a due terzi della lunghezza, appena sotto le orecchie, altrimenti l’effetto ottenuto sarà quello di una ricrescita.

La tecnica è applicabile a qualsiasi tipologia di capello, dal liscio al riccio, tenendo presente che i capelli lisci si prestano all’applicazione con più facilità. Per questo, se si hanno i capelli ricci, è consigliabile lisciarli prima di procedere con lo shatush.

Lo si può realizzare anche a casa, seguendo qualche piccolo accorgimento tecnico per evitare stacchi troppo netti tra le gradazioni di colore.

Vuoi illuminare il tuo colore? Trova il salone più vicino e rinnova il tuo look con lo shatush.

Commenti

Commenti

Lascia un commento