Frisé, torna di moda l’hairstyle Anni ‘90

È tempo di grandi ritorni in ambito di hairstyle. Il frisé, acconciatura realizzata creando tante piccole onde sulle lunghezze, si impone come nuovo trend per l’estate.

Aveva già fatto la sua comparsa negli Anni ’80, abbinato a frange voluminose o a fasce colorate, e negli Anni  ’90 – portato con la riga centrale – ha raggiunto l’apice del successo. A rispolverarlo ci hanno pensato stilisti e celebrities, che lo hanno portato alla ribalta in passerella e sui social.

Chic e retrò, è perfetto per chi ama lo stile vintage con un tocco pop. Il frisé può essere realizzato su tutta la chioma o solo su alcune ciocche, alternandolo a uno styling liscio. Valorizza i capelli lunghi quanto i tagli corti, perché dona movimento e conferisce un’aria sbarazzina.

Proprio come negli Anni ’80, lo si può arricchire con accessori come fasce e cerchietti, o con fermagli floreali di ispirazione hippie. Tante anche le acconciature con cui metterlo in risalto, dalla treccia a spina di pesce al classico chignon.  La coda di cavallo diventa chic e voluminosa, declinata in versione minimal con un semplice elastico che raccoglie le ciocche.

Lo si può realizzare con una semplice piastra per frisé, preparando la chioma allo styling con la schiuma e fissando la piega con la lacca. Ma, in assenza della piastra, basta creare tante piccole trecce e tenerle in posa per qualche ora; questo permetterà di dare un tocco personale allo stile, perché dalla misura delle trecce dipenderà la grandezza delle onde ottenute.

Ti piacerebbe sfoggiare una chioma chic e sbarazzina? Trova il salone più vicino e prenota una consulenza.

Commenti

Commenti

Lascia un commento